Melograno 2004 - Un inverno rigido, molto piovoso e con nevicate abbondanti: 40cm per tre giorni, come non si vedeva dal 1985. A metà aprile la temperatura del suolo non superava ancora i 10º C.
Maggio sottolineava l'andamento lento dell'annata con temperature di 3-4 gradi sotto la media stagionale. L'1 giugno cominciava la fioritura, stimolata per tutto il mese da un tempo soleggiato, temperature miti e qualche giorno di pioggia, che hanno favorito una straordinaria allegagione. Sotto le medie anche le temperature di giugno, luglio e agosto, con il risultato di un'invaiatura rallentata: il 30 agosto non era ancora terminata su nessuna varietà. Settembre caldissimo e soleggiato, sostenuto da un paio di applicazioni di "501", che hanno permesso di portare in maturazione tutta l'uva. La vendemmia è cominciata ai primi di settembre con il Pinot nero, tra il 23 e il 23 per il Syrah, con rese da 0,5 a 1kg per ceppo.

Una grande annata di profumi (note intriganti di pepe, lamponi, erbe selvatiche), sostenuti da buona acidità e da un corpo pieno, preciso: un'annata da conservare!
Uvaggio: pinot nero, syrah, carrarese, ciliegiolo, maraccina.
(Espresso: 16.5/20)